mercoledì 13 agosto 2014

L'amore bugiardo, Gillian Flynn

tea-and-bookishness.tumblr.com

"Men always say that as the defining compliment, don’t they? She’s a cool girl. Being the Cool Girl means I am a hot, brilliant, funny woman who adores football, poker, dirty jokes, and burping, who plays video games, drinks cheap beer, loves threesomes and anal sex, and jams hot dogs and hamburgers into her mouth like she’s hosting the world’s biggest culinary gang bang while somehow maintaining a size 2, because Cool Girls are above all hot. Hot and understanding. Cool Girls never get angry; they only smile in a chagrined, loving manner and let their men do whatever they want. Go ahead, shit on me, I don’t mind, I’m the Cool Girl

Men actually think this girl exists. Maybe they’re fooled because so many women are willing to pretend to be this girl. For a long time Cool Girl offended me. I used to see men — friends, coworkers, strangers — giddy over these awful pretender women, and I’d want to sit these men down and calmly say: You are not dating a woman, you are dating a woman who has watched too many movies written by socially awkward men who’d like to believe that this kind of woman exists and might kiss them."

Ho cominciato a leggere questo libro principalmente per una ragione molto semplice; il trailer del nuovo film di David Fincher; Gone Girl con protagonista Rosamund Pike (e Ben Affleck ma lo detesto sia come regista che come attore, pur avendo visto tutti i suoi film e voi direte ma perché l'hai fatto? Per poter dire, dopo averli visti, che non mi piace, per avere un opinione documentata), già prima del trailer ero molto incuriosita da questo progetto e mi ero spulciata alcune delle immagini promozionali. E poi avete notato che in Orange Is The New Black la protagonista lo sta leggendo? (Andate qui).


Poi ho scoperto che era tratto da un libro che è uscito anche in Italia, forse il titolo L'amore bugiardo vi farà pensare più che altro ad una commedia romantica, ma se il romanzo è stato scelto come soggetto per il film di Fincher una ragione ci sarà. Il titolo inglese Gone Girl svela già tutto; la moglie di Nick sparisce proprio il giorno del loro anniversario, Amy è scomparsa o meglio la mitica Amy visto che i suoi genitori hanno lucrato sulla vita di questa donna rendendola protagonista di una serie di libri che andavano molto in passato e facevano entrare molti profitti. E così comincia il libro, il lettore impara a conoscere entrambi e Gillian Flynn durante la prima parte del libro confonde il lettore, ma non è proprio sua la colpa semmai del suo personaggio; la mitica Amy. Prima ci fa schierare dalla parte dell'opinione pubblica anche se mi pareva troppo banale come conclusione, ci doveva essere qualcosa di più, infatti, nella seconda parte del libro la storia viene totalmente stravolta, la vera sorpresa è il finale. L'autrice scrive davvero molto bene ed ha creato due personaggi davvero molto interessanti da osservare, proprio perché non si capisce quale sarà la loro prossima mossa. Per di più il personaggio di Nick è uno scrittore cinefilo che si diverte a citare molti film, cosa che Amy non sembra proprio adorare. Il titolo italiano lascia presagire parte della trama, in confronto invece quello inglese tira fuori solo quello che succederà nelle prima pagine. Non mi aspettavo assolutamente niente del genere e non sospettavo nulla, purtroppo sono davvero lenta in queste cose quindi ho bisogno sempre del cosiddetto "spiegone" per comprendere bene gli stravolgimenti della trama.
Il particolare della caccia al tesoro rende il tutto ancora più scoppiettante ma anche sinistro, facendo presagire un evoluzione della trama non proprio da "e fu tutto rose e fiori". Inizialmente detestavo Nick ma poi ho imparato a detestare entrambi i personaggi, forse verso metà libro potrete stimare Amy in qualche modo ma poi fidatevi accadono cose davvero inaspettate che vi faranno cambiare opinione continuamente. A questo punto sono davvero curiosa di vedere come Fincher si sia gestito la storia sul grande schermo, l'attrice che interpreta Amy mi sembra perfetta per il ruolo e per lei sarebbe anche una bella prova attoriale. Dal trailer la fotografia non sembra male e lascia trapelare gli elementi chiave della storia, meglio noti come indizi. Insomma questo libro mi è piaciuto tantissimo e me lo sono letta tutta d'un fiato curiosissima per il finale. Ottimo davvero, ora l'hype per il film è molto alto vedremo se saprà catturare l'anima del tutto.
In conclusione, se cercate un libro leggero che parli della solita storiella d'amore trita e ritrita girate al largo, altrimenti questo fa assolutamente per voi, sopratutto se vi piacciono i thriller pieni di sorprese.

4 commenti:

  1. Divertentissimo e affasciantne. Soprattuto, io sono curioso per il finale: so che l'autrice l'ha riscritto, per regalare un colpo di scena, guardando il film, a chi già lo conosce!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh questa non la sapevo. Mi hai fatto salire l'hype ancora di più!!!

      Elimina
    2. Io, prima di finirlo, già avevo in testa un finale alternativo che vedeva coinvolto quel simpaticone di Desi. Chissà!

      Elimina
    3. Magari anche perché hanno dato il ruolo a Barney (per me rimane sempre Barney) quindi potrebbe essere interessante coinvolgerlo vedremo vedremo XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...