sabato 18 aprile 2015

#BAOSpicci: End. Elisabeth e Lumberjanes.

Questa volta la scatola era davvero grossa. Potete immaginare la gioia quando ho visto la postina con in mano questa.

Mi ero promessa di aspettare pazientemente l'uscita de Il porto proibito (sempre BAO) senza aprire il portafoglio. Ed invece la mia indole da adulta "responsabile" dura ben pochi giorni. Come potete notare da voi.


End. Elisabeth: 1 di Barbara Canepa e Anna Merli.

Descrizione presa da quiAttesa per anni, questa nuova creazione di Barbara Canepacoadiuvata ai disegni da una straordinaria Anna Merli, End ha debuttato da pochi mesi sul mercato francese ed è già un acclamato best seller. Seguite il risveglio di Elisabeth, mentre scopre esattamente che cosa c'è al di là del velo della morte. Una storia tesa, cupa, quintessenzialmente gotica, da uno dei team creativi più prestigiosi d'Europa. Un volume di una bellezza commovente e inusitata.

Dal punto di vista grafico il volume è ineccepibile. L'ho scelto principalmente per la copertina ed anche perché volevo iniziare a conoscere la "nuova" Barbara Canepa; quella che si dedica a storie per un pubblico più adulto, dopo grandi successi come WITCH e Monster Allergy. E' un volume primo quindi il finale è aperto e lascia anche molti dubbi. Quindi se dal punto di vista del disegno sorprende, anche grazie all'ambientazione "francesotta-vittoriana", dal punto di vista della storia ci manca forse qualcosa. Ed infatti attendo una seconda parte per capire meglio i vari collegamenti, però se la Canepa ci ha messo anni per tirare fuori questo tesoro allora significa che dovrete armarvi di pazienza. Interessante la scelta di parlare di un limbo, ma la protagonista (forse perché soggetta sempre a solitudine e sconforto) inizia a diventare pesante con tutti i suoi ragionamenti scellerati sulla vita e sulla morte. Immancabile poi il collegio femminile gestito dalle suore. Sembra che qualsiasi cosa facciano queste povere (poi povere, alcune mica tanto) ragazze annoiate e tristi sia un'ode a satana. 
Alcune tavole sono ipnotizzanti, c'è un lavoro minuzioso sugli sfondi.
Tra l'altro il pipistrello mi ha ricordato per il tratto un'altro personaggio di un'altra serie, però si vede che sono "rinco" io e non riesco a capire da dove provenga la citazione. Ed infatti, quasi dimenticavo che una parte importante della narrazione sono anche gli animali da compagnia di Elisabeth, che abitano con lei in questo meraviglioso e malinconico limbo, sono degli ibridi, infatti mi piacerebbe capire perché sono stati condotti lì e perché ridotti in quel modo (?!).
Ciò che non mi aspettavo era un'edizione di questo tipo. Curatissima e anche abbastanza grandina. Sembra quasi uno di quei volumi per bambini che trovo spesso in biblioteca. Meraviglia delle meraviglie quindi. Consigliatissimo e mi piacerebbe sicuramente leggere un seguito con un pochino più di pagine. Perché, certo, se il volume è maestoso però dall'altro lato è anche troppo sottile per i miei gusti. In ogni caso sono pagine da guardare e riguardare. 



Lumberjanes 1: Guardatevi dal sacro micio di Noelle Stevenson.

Descrizione presa da quiCinque amiche per la pelle, in campeggio con il loro gruppo scout, scoprono che nei boschi attorno al loro campo succedono cose terrificanti e inspiegabili. Una deliziosa serie sull'amicizia e sull'importanza di aiutarsi a vicenda, scritta e disegnata da tre talentuose artiste americane provenienti dalla scena "indie". 
Vi innamorerete di questo libro, e non vedrete l'ora che esca il prossimo volume! 
Amicizia al massimo!



E passiamo alla novità più interessante di questo mese. Devo dire che ha soddisfatto le mie aspettative, anche se i risvolti fantasy (?!) erano assolutamente inaspettati. Molto gay friendly il che fa sempre piacere. In patria è stato pubblicato su spillati, ecco perché la BAO ha deciso di raccogliere i primi quattro in un volume. In USA sono arrivati al settimo mi pare, quindi c'è da aspettarsi un secondo numero abbastanza presto, secondo me. Le protagoniste sono caratterizzate benissimo ed ognuna è diversa dall'altra in qualcosa, hanno delle piccole particolarità con cui è facile distinguerle.
Una cover variant.
Il libro è stato "messo insieme" come se fosse una guida scout. Infatti ogni storia parla del conseguimento delle varie spille di merito. Su queste cose sono totalmente ignorante perché non ho mai fatto gli scout, avevo un'amica scout ma a causa di molti suoi racconti mi passava la voglia di unirmi al gruppo (considerando anche l'indole cattolica, quando invece negli Stati Uniti gli scout non sono collegati alla chiesa, grazie a dio, per l'appunto). Per continuare il fatto sulla chiesa... ho notato che nel loro inno ridicolizzano una teorica frase che centra qualcosa con la religione, infatti viene cancellata e non ben definita. Ho apprezzato questo passaggio, per voi sarà una cosa piccola, per me è un gran passo avanti. Lesbiche e niente religione. Ecco. Ma tanto "ammore". Oltretutto nella quarta storia gli scout maschi si prestano all'inversione dei ruoli, perché adorano pulire e fare biscotti. Anche qui: un passo avanti per l'umanità. Queste ragazze amano sporcarsi tra le tante cose, ma sopratutto divertirsi. Ed è questo ciò che è Lumberjanes; divertimento e amicizia. Insomma proprio ciò che volevo; una storia carinissima, con protagoniste meravigliose. 
L'autrice ha pubblicato di recente negli USA Nimona, un'altro volume che spero venga preso in considerazione.

8 commenti:

  1. L'altro giorno sono passata in fumetteria e stavo quasi per prendere Lumberjanes, ma poi ho deciso di aspettare per poterlo poi leggere con più calma in un periodo con meno impegni. Malgrado averne sentito parlar bene praticamente ovunque ero anche un po' titubante: non ero certa che facesse al caso mio. Ora invece sono ancora più curiosa e almeno il primo numero lo prenderò sicuramente (sperando che in fumetteria non l'abbiano già finito)! ;)

    RispondiElimina
  2. "End Elisabeth" mi ispira moltissimo *.*
    Comunque dalle mie parti hai vinto qualcosa u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero?! *___* vado sono commossa! :')

      Elimina
  3. End. Elisabeth... che sogno!!

    RispondiElimina