mercoledì 2 settembre 2015

Ottime letture #6

Ottime letture è una rubrica mensile nella quale accorpo tutte le migliori letture che ho fatto. Vi consiglio libri e fumetti di ogni tipo e per ogni gusto. 
Vi ricordo che potete trovare tutte le recensioni sul mio profilo Goodreads.

Gli animali fantastici: dove trovarli - J.K. Rowling

Libricino molto divertente, come gli altri due della serie anche se per ovvie ragioni preferisco Le fiabe di Beda il Bardo
La parte migliore sono le annotazioni di Harry che con una punta di nostalgia mi hanno fatto ripercorrere alcune delle sue avventure.
Il mio unico dubbio è la trasposizione, davvero non capisco quale sarà la trama del film, anche se essendo fan a prescindere di tutto ciò che è collegato ad Harry Potter andrò a vederlo senza fiatare.
Sono di parte su questo argomento e perciò poco affidabile sulla effettiva utilità di questa guida magica.




La vera storia di Capitan Uncino - Pierdomenico Baccalario


"Se uno non trova il tempo di leggere significa che non vuole trovarlo".

Potrei aggiungere altre tremila citazioni perché la scrittura di Baccalario è davvero splendida e scorrevole, adatta sia ai ragazzi che agli adulti.
Il ritratto (anche psicologico) che si ricava da questo libro è quello di un Capitan Uncino indurito caratterialmente a causa del tempo ma eternamente fedele alla sua anima di bambino "sperduto".
Volevo mettere solo quattro stelle al libro ma poi è arrivato il finale e si è delineato il definitivo omaggio di Pierdomenico Baccalario al Capitano e più precisamente a tutta l'opera di Peter Pan.
I riferimenti a Jules Verne e ad altri grandi libri d'avventura poi abbondano. Per certi versi ricalca quello che vuole essere Il porto proibito, ovvero una storia di mare. Ma questa è anche la storia di un'uomo, di una leggenda oserei dire.
La trama è rocambolesca e piena di eventi che si susseguono veloci. Romanzo breve ma molto intenso quindi.
Gran bella idea poi quella di inserire qualche marinaio siciliano che parla della splendida terra da cui proviene e dei bei limoni di cui ricorda il sapore. Quello è il tocco italiano del romanzo.
E' una gran bel libro per ragazzi e non. Quindi ripeto sempre la mia massima: mai sottovalutare i romanzi per ragazzi!
E poi spero di recuperare altro di Baccalario.


Topostorie n. 16: I signori in giallo

Cover Topostorie 16 - I Signori in GialloLa collana delle Topostorie diventa sempre più interessante, penso che questo numero mi sia piaciuto addirittura di più rispetto a P&P The Producers, e voi sapete benissimo quanto ami di più i paperi rispetto ai topolini.
In compenso è azzardato definire le storie al suo interno dei gialli perché già dalla copertina sappiamo che dietro ad ogni stranezza che si verifica a Topolinia si nasconde Macchia Nera. Mi è piaciuto il modo in cui sono state collegate le storie ed anche il finale.
Ho apprezzato tutte le storie ma in particolare segnalo quelle di Casty e Giorgio Cavazzano perché sono delle leggende viventi, infatti ho amato le special edition dedicate a loro.
Poi adoro incondizionatamente il tratto di Roberto Vian che unito alla storia di Casty fa un figurone.
Insomma Topostorie si riconferma come raccolta da comprare ogni mese. Con questo numero mi sono anche beccata il portachiavi di Paperino.
Vedrò di procurarmi anche altre raccolte Disney per valutarle meglio, in questo periodo sono molto interessata a Uack! ma vedremo quali sorprese mi riserveranno le edicole costiere.


Uack! Tutte le storie di Carl Barks n. 17

Uack! Tutte le storie di Carl Barks n. 17 by Walt Disney CompanyE' il primo numero che leggo di Uack! ma conto di comprare anche i prossimi, certo il prezzo è altino (rispetto agli altri fumetti Disney) però l'edizione è curatissima e gli approfondimenti sono davvero interessanti.
Ottima selezione di storie oltretutto. Perfetto sotto ogni punto di vista per quel che mi riguarda.








Addio, stregone 2 - Hozumi

Addio, stregone - Sayonara, sorcier, vol. 2 by HozumiIl primo numero mi era piaciuto tantissimo, l'avevo trovato molto adatto al periodo estivo. Questo secondo e conclusivo capitolo l'ho trovato addirittura migliore del primo. Innanzitutto non so come faccia la Hozumi ma riesce a mischiare sapientemente la tragedia con una speranza dirompente. Peccato che siano solo due volumi perché le psicologie dei due personaggi si meritavano un trattamento migliore, mi riferisco in particolare a Theo. Il vero elemento inaspettato della storia è a tutti gli effetti il finale. Spiega tante cose e per l'ennesima volta spruzza positività. Perché la logica di Vincent è quella vincente: prendi tutto ciò che ti capita senza collera o rabbia. 
E' un manga adatto a chi ama l'arte (in linea di massima) ma la Hozumi esprime un pensiero diverso: Van Gogh è per tutti e di tutti. E non potrei essere più d'accordo.


Memorie - Katsuhiro Otomo

Memorie by Katsuhiro OtomoHo trovato questa copia di Memorie dal fumettaro per una somma irrisoria e vedendoci stampato sopra il nome del grandissimo Otomo non ho potuto fare altro che incuriosirmi. Di Otomo ho letto Domu - Sogni di bambini, un'altro grande fumetto purtroppo introvabile. Infatti trovarlo nella versione della Repubblica è stato incredibile, è uno dei quei pezzi della mia biblioteca che definirei raro e sacro. Collezionismo a parte io leggo per le storie. Questo manga che si pagava ancora in lire raccoglie dei racconti brevi di Otomo. Ovviamente parte il solito discorso sulle storie brevi di qualsiasi tipo, alcune sono spettacolari altre un po' di meno. Ciò che le caratterizza tutte è l'uso del grottesco e della parodia. L'autore infatti prende in giro: L'uomo e il mare, L'arca di Noè, Aladino, I cavalieri della tavola rotonda... 
Ma le mie storie preferite sono state quelle a sfondo fantascientifico. Infatti in Fire Ball comincia a giocare un ruolo importante la mente, ovvero oggetti che si alzano tramite l'uomo. Insomma gli elementi di Akira e Domu si fanno riconoscere. 
La stessa copertina della raccolta è una citazione artistica quindi qui se ne trovano in abbondanza.
Il mio consiglio spassionato è questo: se trovate da qualche parte questo pezzo da novanta non fatevelo scappare.


Heads - Keigo Higashino

Molto interessante questo primo volume. La trama è semplice, infatti la parte più anormale è lo sviluppo. Sono sicura che lo scindersi delle personalità diventerà sempre più intrigante. Non bisogna andare molto lontano poi per trovare degli esempi in Giappone, mi basta pensare a Perfect Blue di Satoshi Kon. Certo però che qui il timido protagonista non ha un problema mentale ma bensì sono i dottori a istillarglielo. Sicuramente continueranno a a fare finta di niente e la situazione diventerà insostenibile presto. 
Il tratto è normale, nulla di unico e insostituibile, piacevole.
Dal primo numero la storia promette un risvolto da thriller psicologico, staremo a vedere.
Purtroppo mi tocca sottolineare la cadenza bimestrale che con questi fumetti poco acquistati infatti è la regola. Due mesi per questo manga si possono anche sopportare, il vero problema è quando ogni 2-3 mesi uno deve aspettare Soil. Ci si dimentica la trama e a volte, nei casi più gravi, pure l'esistenza del suddetto manga, è il fenomeno dei manga fantasma.



La grande dinastia dei paperi 1950 - Carl Barks

La grande dinastia dei paperi 1950 by Walt Disney CompanyQuando si tratta di Carl Barks non ci vedo più. Infatti il modo migliore di definirlo si trova all'interno dell'introduzione di questo volume: "il più grande narratore del Novecento". E in altro modo non può essere descritto, ha creato un mondo, ha creato i miei amati paperi e il grandissimo personaggio che è Zio Paperone.
Questo albo è una raccolta con tutte le storie di Barks catalogate per annata, in questa prima raccolta si esplora il 1950. Gli albi sono usciti non molto tempo fa con il Corriere della Sera, infatti potete immaginare i miei salti di gioia quando ho scovato la collezione completa dall'usato. Ecco perché ho deciso di investire 5 euro mensili nei numeri di questa collezione invece di spenderli nella nuova "iniziativa" dedicata a Barks dal nome Uack!. Ciò non pregiudica che Uack! sia molto bello ma costa e se per la stessa somma posso avere questi volumi curatissimi ben venga.
Infatti le introduzioni sono davvero interessanti e danno degli spunti per osservare i paperi anche fuori dalle pagine, ovvero sul grande e piccolo schermo. Si nomina difatti Paperone e il Denaro: un corto del 1967 che lo vede totalmente protagonista. 
In sintesi: l'affare dell'anno.

10 commenti:

  1. Mi hai messo una curiosità assurda sul libro di Capitan Uncino, lo devo leggere!
    Gran ritrovo quello di "Memories". Otomo è da sempre il mio mangaka preferito, oltre a quello che mi ha iniziato alla passione (ormai un poco spenta...) per i fumetti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensa che ho letto anche Peter Pan a causa di quel libro XD

      Ogni volta che commenti parli di questa passione che si sta spegnendo :P

      Elimina
  2. Letture interessanti..quel Memorie è stato di certo un affarone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto soddisfatta anche per la grande dinastia dei paperi. Questo mese prenderò sicuramente il secondo volume <3

      Elimina
  3. Gli animali fantastici è un libro molto simpatico per gli amanti di harry potter! Anche a me sono piaciute soprattutto le note e...finalmente ho risolto il mistero del velo o_o
    Su "Addio stregone" leggo pareri contrastanti e non riesco a decidermi...magari se lo trovo in offerta ci faccio un pensierino. Mi ispirano molto i disegni, ma sono un po' scettica riguardo la trama :/
    Di Baccalario non ho mai letto nulla, ma il nome non mi è nuovo...non sono una grande fan di Peter Pan (almeno la versione disney), ma magari vado a dare un'occhiata ai suoi lavori ^^ anche se già la mia lista di libri da recuperare è infinita e dovrei andare in giro con il paraocchi XD
    Di otomo lessi solo Akira, ormai diversi anni fa...non mi fece impazzire devo confessare, nonostante riconosca la sua bravura. Mi ero ripromessa di leggere altri suoi lavori, ma poi una cosa tira l'altra e non l'ho più fatto >.< me lo hai fatto ricordare! Magari una raccolta di racconti sarebbe una buona idea per riprenderlo...^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che listona Millefoglie! Allora di Otomo c'è anche Domu che è un capolavoro pour moi :)

      Elimina
  4. Addio stregone l'ho trovato molto carino, un'idea originale e mi sono piaciuti anche i personaggi e il rapporto che si crea tra di loro.
    Ho preso anche Heads (mi piacciono i fumetti psicologici e un po' triller) e devo dire che mi ha intrigata. Il tratto non è nulla di speciale ma non vedo l'ora di leggere il prossimo :D

    Invece, mi intrigano sia Capitan Uncino sia Gli animali fantastici :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Addio stregone <3
      Vedremo come prosegue Heads :)
      Capitan Uncino è stato davvero una sorpresa ^_^

      Elimina
  5. ok, devo recuperare quella roba su capitan uncino! e a quanto pare anche addio stregone... prima o poi...
    intanto mi trovi d'accordissimo sulle topostorie, sono una delle migliori serie in giro (ho qualche volume da recuperare ancora...) idem per le varie topolino color edition! mi piace parecchio quello che sta facendo panini con la disney!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulle special edition del Topo nulla da ridire: valgono il prezzo e sono da leggere! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...